News

Gran Tour in Sicilia

Un percorso del popolo di Dio fra luoghi di spiritualità, di visite di alto interesse artistico e di momenti di preghiera e meditazione.

La via Francigena 2020

Tra il 15 e 21 agosto, 9 ragazzi dell’UP di Villafranca, il medico Italo, don Fabio Bejato, don Fabio Lucchini con spirito avventuroso hanno intrapreso il cammino Viterbo-Roma 2020.

Commento alla parola di Dio del giorno

2 ore fa

Giovedì 29 luglioMemoria di Santa MartaDal Vangelo secondo Giovanni (Gv 11,19-27)In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa.Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà».Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà». Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell’ultimo giorno».Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?». Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo».Riflettiamo…Marta, Maria e Lazzaro sono tre fratelli molto amici di Gesù e come emerge dai Vangeli, Gesù voleva loro molto bene. In due episodi viene sottolineata la differenza di atteggiamento tra Marta e Maria: la prima mostra un carattere più dinamico e concreto, premurosa nel servizio e nell’ospitalità (per questo Marta è patrona degli albergatori), la seconda è descritta in ascolto del Maestro o che rimane in casa. Anche nel brano di oggi è Marta che appena ha saputo che veniva Gesù gli corre incontro. Ma è proprio in questo brano che Marta proferisce in modo esplicito e completo la sua fede in Gesù come Messia e Figlio di Dio, dal Padre inviato nel mondo. Nei Vangeli solo Pietro professa la sua fede in questo modo. È Gesù che dialogando, guida Marta a questa consapevolezza. All’inizio ella associa in qualche modo la morte del fratello all’assenza di Gesù, ma conferma anche la sua piena fiducia in Lui quale mediatore davanti a Dio. Poi emerge la sua fede nella risurrezione nell’ultimo giorno. Infine è aiutata da Gesù a capire che chi crede in lui riceve una condizione nuova e definitiva. Chi crede in Gesù, Resurrezione e Vita, ha in sé la vita eterna. Anche quando la sua esistenza terrena si spegnerà, il credente vivrà e grazie al suo affidamento al Signore della Vita egli non subirà l’eterna separazione da Dio. Marta sperimenta il dolore, la delusione, l’incomprensione, ma rimane salda nella fede. Ma come a lei, il Signore chiede a ciascuno di noi una adesione personale: “Credi tu questo?”. Può succedere che di fronte alle difficoltà della vita e alle sofferenze la nostra fede vacilli. Magari ci lasciamo assorbire dalle mille cose da fare per fuggire dalla realtà e dal vuoto che portiamo dentro e ci costruiamo le nostre false sicurezze. Insegnaci Signore ad aprirci sinceramente a te, ad essere disponibili all’incontro autentico con te, in cui le nostre false sicurezze lascino il posto alla tua Parola. Non permettere che la frenesia delle nostre giornate ci distolgano dall’unico vero orizzonte che è l’amore. Non lasciare che l’esperienza del dolore ci allontani da te, ma essa possa diventare occasione di rinascita e di vita nuova.Buona giornata!UP Villafranca-PNB-Mozzecane Leggi di piùLeggi di meno
Vedi su Facebook

Eventi

luglio 2021

“Desidero tanto che, in questo tempo che ci è dato di vivere, riconoscendo la dignità di ogni persona umana, possiamo far rinascere tra tutti un’aspirazione mondiale alla fraternità. Tra tutti: Ecco un bellissimo segreto per sognare e rendere la nostra vita una bella avventura. Nessuno può affrontare la vita in modo isolato. C’è bisogno di una comunità che ci sostenga, che ci aiuti e nella quale ci aiutiamo a vicenda a guardare avanti. Com’è importante sognare insieme!”

— Dalla Fratelli tutti (Nr 8) di Papa Francesco
Torna su
X