Il Consiglio di Unità Pastorale

Il Consiglio di Unità Pastorale (CUP), è l’organismo di tutta l’Unità Pastorale, comprendente sacerdoti, religiosi/e, diaconi e laici.

La Consulta Ministeriale (CM) rappresenta l’organismo di corresponsabilità parrocchiale che va a sostituire i Consigli Pastorali Parrocchiali (CPP).

La NATURA del CUP è quella di operare un discernimento sulla realtà del territorio in modo da poter far emergere quelle scelte pastorali da mettere in atto, in spirito di comunione, in ogni comunità. 

Vanno programmati indicativamente 4 incontri l’anno: settembre, dicembre, aprile, giugno. 

I COMPITI del CUP

  • identificare priorità e criteri pastorali a partire dalla fase di ascolto delle Consulte Ministeriali 
  • predisporre scelte e indirizzi pastorali da riportare alle CM 
  • verificare l’attuazione delle prassi pastorali condivise e valutarne i frutti
  • saper operare scelte di taglio e potatura di prassi pastorali non più feconde in questo tempo.

I CUP comprendono

  • I parroci delle comunità
  • 1 responsabile dei sacerdoti che non hanno responsabilità diretta 
  • I moderatori delle Consulte Ministeriali
  • Referenti di comunità religiose, se presenti

Un requisito importante è che i laici devono essere in numero maggiore dei sacerdoti.

DURATA

Il CUP ha un mandato non superiore ai cinque anni e i suoi membri possono ricoprire l’incarico solo per due mandati consecutivi.

Torna su
X